MODA CAPELLI AUTUNNO-INVERNO 2005/06

[caption id="attachment_1113" align="alignleft" width="160"]V.Sassoon taglio corto [/caption]In quale direzione si muove la moda capelli? Una domanda che fa trascorrere notti insonni a migliaia di parrucchieri, che farebbero carte false pur di conoscere in anteprima le nuove tendenze. Un appuntamento indispensabile, per gli hair stylist di tutto il mondo che vogliono tenersi aggiornati sulle ultime novità dal mondo dei capelli, è il “Salon International” (foto 1) che si svolge ogni anno a Londra nel mese di ottobre. L’ultima edizione del salone inglese ha confermato una tendenza verso su cui si stanno muovendo tutti i protagonisti del settore: un mood tipicamente anni’60, che si rifà alle icone cinematografiche di quegli anni, ma anche alla Swinging London.

Capelli esageratamente voluminosi nella collezione presentata a Londra da PATRICK CAMERON, dove le imperfezioni vengono esasperate diventando vero elemento caratterizzante di tutta la linea (foto 2). Il “maestro delle acconciature” si sbizzarrisce con chignons e banane che ricordano le dive cinematografiche degli anni’50 (foto 3).

Continua a leggere

NATURA IN BELLEZZA

“Natura in bellezza” è il titolo del calendario più celebrato e allo stesso tempo più discusso del 2006: il calendario del Parco dei Nebrodi. Un Parco raccontato attraverso dodici scatti fotografici, che percorrono i 12 mesi dell’anno, in una chiave inedita: sei modelle svestite che sono state immortalate nei luoghi più suggestivi del Parco. E fin qui chiunque può pensare: di calendari con modelle seminude ormai se ne vedono a bizzeffe, se non fosse che il Parco dei Nebrodi è un Ente Pubblico, gestito tra l’altro da un Commissario straordinario, Salvatore Seminara. Lo stesso Commissario straordinario precisa: “L’idea è stata mia, guardando le foto del calendario Pirelli ho capito che poteva essere un modo per stuzzicare la curiosità della gente e fare marketing. – prosegue Salvatore Seminara – A giudicare dal risultato sono molto soddisfatto”.

Continua a leggere

LUCA LO BOSCO

luca_lo_bosco

[caption id="attachment_1274" align="alignleft" width="318"]luca_lo_boscoluca_lo_bosco[/caption]Il calendario del Parco dei Nebrodi è soltanto l’ultimo tassello, in ordine di tempo, che compone il puzzle dei tanti lavori realizzati, fino ad oggi, in carriera da Luca Lo Bosco. Nato nel 1965 a Palermo, Luca Lo Bosco ha mosso i primi passi del suo percorso artistico frequentando, nei primi anni’80, le più importanti gallerie d’arte palermitane, fra queste: “Arte al borgo”, ricettacolo degli intellettuali siciliani, frequentatissima da personaggi come Leonardo Sciascia, Renato Guttuso, Ferdinando Scianna, Enzo Sellerio e Melo Mannella, quest’ultimo primo maestro di Luca Lo Bosco. Successivamente Luca Lo Bosco si trasferisce prima a Roma dove lavora per “L’Espresso” e dopo a Milano dove collabora per “Epoca”.

Continua a leggere

LE T-SHIRTS IN CASHMERE DI HVANA

[caption id="attachment_1280" align="alignleft" width="160"]Stand Hvana [/caption]Il cashmere sarà l’assoluto protagonista della stagione invernale 2006-07. Una sensazione che si respira a pieni polmoni attraversando i corridoi della 69esima edizione di Pitti Immagine uomo. Cashmere proposto in varie declinazioni, ma senz’altro, tra quelle più originali, c’è da segnalare quella di Hvana: un’intera collezione di maglie e t-shirts realizzate in puro cashmere, per uno streetwear di alto profilo, considerando che una t-shirt Hvana costa circa 200 euro. Il brand, che ha come logo la testa di una pecora nera, nasce casualmente dall’incontro, ad una festa Fornarina in Russia, tra il celebre DJ e producers Howie B e Lino Fornari (gruppo Fornari Spa).

Continua a leggere

WELCOME TO MY HOUSE

[caption id="attachment_1283" align="alignleft" width="160"]T-shirt Upper Playground [/caption]Pitti Immagine Uomo, ha dimostrato negli ultimi tempi un vero fiuto nello scovare in anteprima le nuove tendenze e soprattutto nel fotografare i nuovi fenomeni giovanili. Una qualità che premia, per numero di visitatori sempre in crescita da qualche stagione, la manifestazione fieristica fiorentina. La 69esima edizione di Pitti Uomo sarà senz’altro ricordata per l’esordio della sezione “Welcome to my house”. Un vero e proprio viaggio nel nuovo universo giovanile popolato da skaters, writers e breakers; un popolo che nasce nei ghetti delle grandi metropoli che si è man mano diffuso fino a diventare vero e proprio fenomeno di massa.

Continua a leggere

BIOGRAFIA RICK OWENS

Fashion designer originario della California del sud, Rick Owens vive e lavora a Parigi. La sua visione estetica si forma sul cinema Hollywodiano in bianco e nero e si ispira alla spoglia decadenza di Hollywood Boulevard, dove Owens ha esordito con il suo brand all’inizio degli anni novanta, dopo aver frequentato la Art school. Lo hanno definito un “minimalista gotico” creatore di “solenni tuniche da vestale”. Il suo lavoro si distingue per l’architettura rigorosa delle giacche e per i tagli in sbieco su capi che avvolgono il corpo di tonalità…

Continua a leggere

OWENS PROTAGONISTA A FIRENZE

La fondazione Pitti Immagine Discovery in occasione della 69esima edizione di Pitti Immagine Uomo (gennaio 2006), propone al pubblico una vera leccornia: un evento che celebra il genio creativo di Rick Owens. Il giovanissimo stilista, originario della California, è ormai considerato un’istituzione nel suo Paese. Ma non solo, Owens da qualche anno vive e lavora nella sua casa-studio di Parigi, dove ha dato ampia dimostrazione del suo talento. Il suo lavoro è definito “minimalista gotico”, da altri sintetizzabile con la parola “glunge”, una via di mezzo tra il glamour e il grunge.

Continua a leggere

LO SCOTTISH STYLE DI ROCCO BAROCCO

[caption id="attachment_1286" align="alignleft" width="160"]Creazione Rocco Barocco [/caption]Il più tradizionalista degli stilisti italiani, Rocco Barocco, immaginando l’uomo per il prossimo autunno-inverno 2006-07, strizza l’occhio al British style e lo fa trasferendosi in Scozia.

Il suo uomo è una via di mezzo tra il maghetto Harry Potter e l’agente segreto 007 nell’indimenticabile interpretazione di Sean Connery.
La misteriosa atmosfera di un bosco scozzese, popolato da gnomi e folletti, avvolge l’uomo di Rocco Barocco. In passerella impalpabili pull in cachemire nei colori più di tendenza: verde, viola, rosa carico e lilla.

Continua a leggere

L’UOMO DI DOLCE & GABBANA RIFIUTA L’ABITO FORMALE

L’uomo immaginato, per l’inverno 2007, dai più importanti stilisti è il simbolo dell’eleganza. Uomini che si riconoscono nella filosofia “New Power”, che sta a significare: “me ne frego dell’opinione altrui”.Il più tradizionale degli abiti formali: giacca e cravatta, non fa più per loro, al massimo è consentito l’uso del tight.Questo, in modo particolare, è quanto emerge dalla passerella di Dolce & Gabbana.Secondo la coppia creativa, l’uomo per la prossima stagione fredda può permettersi di tutto persino una giubba napoleonica.L’uomo immaginato da Dolce & Gabbana non è più vincolato a presentarsi…

Continua a leggere

COLLEZIONI UOMO IN STILE BRITISH

[caption id="attachment_1291" align="alignleft" width="160"]Creazione Rocco Barocco[/caption]Dopo Firenze anche a Milano sventola l’Union Jack, a questo punto non ci sono più dubbi, c’è tanto British nelle collezioni uomo per il prossimo autunno-inverno 2006-07.

Senz’altro sono tre gli elementi che hanno inevitabilmente condizionato i disegnatori di moda: l’eleganza inglese tipica dei sarti di Savile Road, l’estro e la creatività di Camden Town e le fantasie tartan tipiche dei clan scozzesi.
Almeno uno dei tre elementi si ritrova in quasi tutte le collezioni uomo presentate a Milano.

Continua a leggere