Tendenza moda british 2020

La moda dell’autunno inverno 2019-2020 è decisamente british. Una moltitudine di segnali che vanno in questa direzione a cominciare dai colori che, inequivocabilmente, ci portano in Gran Bretagna. Gli echi lontani della celebre canzone dei Clash “London Caling” sembrano arrivati alle nostre orecchie. Londra ci chiama insistentemente ed è difficile resisterle. Tra le nebbie diradate della City s’intravedono simboli iconici tanto cari alla tradizione inglese: dal tweed al tartan, passando per i tailleur tailor made dal tipico taglio sartoriale. E’ proprio il tailleur, simbolo per eccellenza del fascino androgino femminile, a fare la parte del leone in questa stagione fredda: si può indossare sia in ufficio che di sera per uscire con le amiche. Per chi non ama troppo il classico e predilige lo stile sport-chic c’è la variante blazer che mantiene un allure elegante ma è decisamente più facile da abbinare. L’abbinamento: blazer più jeans, più stivali è senz’altro il must di questa stagione fredda. Le celebrities come Gigi Hadid, Kate Middleton ed Emily Ratajkowski, in particolare, prediligono la versione oversize. Kate Middleton, da molti considerata una icona di stile, è stata recentemente fotografata con un blazer oversize in Principe di Galles, in perfetto stile british, abbinato con pantaloni rosso borgogna. Come dicevamo, anche il tweed e il tartan, stampe di chiara matrice anglosassone, sono in voga in questa stagione fredda. La tendenza del momento suggerisce di abbinare classici dell’abbigliamento british con pezzi dai colori sgargianti, quasi a smorzarne, la solennità. Vestire in stile british non richiede particolari investimenti economici, lo dimostra la top model Gigi hadid che in fatto di stile non prende lezioni da nessuno. La top model è stata fotografata, qualche settimana fa, in versione casual con un blazer dalla silhouette maschile in fantasia tartan, di Vivienne Westwood, abbinato a jeans a vita alta di Zara e stivali texani bicolor di Mango.

Please follow and like us:
error

Articoli correlati

Leave a Comment