“SEI DIVERSI MODI D’INTERPRETARE LA MODA”

ALESSANDRO DI LORENZO – “COLLEZIONE MEDEA”

Giovane designer nisseno che ha presentato in passerella il meglio delle sue ultime collezioni: collezione Medea e la donna del terzo millennio.
La “collezione Medea” è caratterizzata da 12 originalissimi capi di alta moda ispirati da diverse tematiche storiche attinenti alla Sicilia ed ai territori circostanti. I capi presentano decorazioni e tagli che donano a chi l’indossa una bellezza di tipo statuario. I disegni che affiorano dai capi sono stati realizzati a mano libera e rievocano le decorazioni tipiche dei templi e dei capitelli di origine greco-romana.
La collezione “donna del terzo millennio” nasce dall’esigenza di mettere in evidenza il lato più estroso e provocatorio della donna di oggi. Tulle, pailettes, perline e pizzi ricamati mettono in risalto una donna particolarmente aggressiva che riafferma attraverso trasparenze accentuate la propria personalità.

MATILDE GIUFFRIDA – “GLI INTARSI”

Le antiche tecniche di lavorazione ad intarsi tipiche della tradizione barocca siciliana sono il tema attorno al quale ruota la nuova collezione della couturier siracusana. Una stilista che trae dalla sperimentazione di nuove tecniche sartoriali ed artistiche la sua forza creativa. Ed infatti, la collezione presentata privilegia la ricerca e l’innovazione; immaginate gli intarsi tipici che decorano gli antichi carretti siciliani, immagine ancestrale della Sicilia che fu, che evolvendosi diventano ricche decorazioni per una collezione di alta moda unica nel suo genere. Anche l’abito nuziale realizzato da Matilde Giuffrida si presenta ricco di pizzi, lavorati personalmente a mano dalla stilista, che richiamano sempre gli intarsi. Stessi elementi che affiorano anche nei pregiati bustier a scudo che lasciano scoperta la schiena, il tutto per un effetto che mette in risalto la sensualità di ogni donna. Ai bustier va poi aggiunta un’originalissima gonna a balze, sempre lavorata a mano, che rende giustizia alla femminilità. I colori della collezione sono tutti pastello e, vanno dal viola polvere al fucsia con qualche accenno al marrone e al nero. Panna è invece il colore degli abiti da sposa.

GABRIELLA DI FALCO – “IL VIAGGIO”

Il viaggio è il leitmotiv della nuova collezione di Gabriella Di Falco; catanese di nascita ma con una formazione artistica maturata a Londra. Il suo viaggio immaginario raccontato attraverso una collezione di abiti parte dal cuore di Londra, Piccadilly Circus, per poi proseguire nella Parigi modaiola degli anni quaranta, dove era esasperato il contrasto tra la Rive Gauche e la Rive Droit. Il viaggio si conclude nella terra natia della stilista, la Sicilia, dove gli abiti prendono forma e soprattutto prendono i colori del paesaggio dell’isola.

EMANUELA D’ARRIGO – “SINFONIA”

Quattro anni fa la stilista si lascia incantare dal magico mondo della moda. Un percorso che è culminato con la vittoria del “premio internazionale giovani designer di moda”. La sua collezione è frutto di esperimenti con il rame, il decoupagè, le foglie d’oro e d’argento. Sinfonia sta ad indicare la complessa varietà della collezione.

DONATELLA BARBAGALLO – “IL MATRIMONIO TRA ARTE E MUSICA”

Giovanissima stilista catanese, appena vent’anni, ma nonostante la giovane età ha al suo attivo la partecipazione ad importanti concorsi di moda come quello internazionale per giovani stilisti “Basilicata Moda” e “Portici d’estate” a Martina Franca (TA). La sua collezione è una esplorazione del mondo dell’arte che incontra quello della musica attraverso un secolo di storia, il tutto viene raccontato attraverso degli abiti originalissimi a tratti trasgressivi.

PAOLA TORRISI

Giovane designer di gioielli catanese, in passerella ha presentato una serie di monili realizzati artigianalmente in pietra lavica, che tanto successo hanno ottenuto all’ultima edizione del Macef di Milano.

Please follow and like us:
error

Articoli correlati

Leave a Comment