RICCIONE CELEBRA LA MINIGONNA

Dalla Kings Road di Londra al celebre Viale Ceccarini di Riccione il passaggio è breve. Nella famosa Via della capitale inglese quarant’anni fa nasceva l’indumento femminile che, più di ogni altro, ha rappresentato un passaggio epocale: “la minigonna”. Massima espressione della libertà e della emancipazione femminile, in una delicata fase di violente contestazioni, sia civili che studentesche, contro un sistema di idee e valori ormai obsoleti. Dopo quasi mezzo secolo la città di Riccione vuole festeggiare nel migliore dei modi un capo che ha rivoluzionato la moda. A festeggiare la geniale invenzione di Mary Quant cinque importantissime griffe della moda italiana: D&G, Fiorucci, Gaetano Navarra, Just Cavalli, La Perla e Moschino. Ognuna delle quali deve una parte del proprio successo alla minigonna.
Partendo da una frase resa celebre dalla “madre della minigonna”, Mary Quant, “le vere creatrici della mini sono le ragazze, le stesse che si vedono per le strade” nasce l’idea di realizzare un Mini Pride: un corteo attraverso Viale Ceccarini, che domenica 20 aprile dalle ore 21.30 rievocherà, partendo dagli anni ’60 per arrivare ai giorni nostri, le fasi storiche più importanti legate alla minigonna.
A bordo di fiammanti auto d’epoca, che percorreranno Viale Ceccarini, le modelle, rappresenteranno a seconda dello stilista un particolare periodo storico: Elio Fiorucci, primo inportatore in Italia della minigonna, proietterà il pubblico negli anni ’60; la mini New Wave di Blondie degli anni ’70, tutta borchie e catene, verrà ricostruita da Gaetano Navarra; gli anni ’80, tutti microcrinoline e stravaganza, riporteranno in auge l’eccentricità di Moschino; il presente verrà rappresetato dalla linea sexy D&G(linea giovane di Dolce & Gabbana), protagonista dell’estate 2003; il futuro, invece, sfilerà attraverso la minigonna pacifista della linea giovane di Roberto Cavalli, Just Cavalli; chiude la mini parata di auto, l’intimo di La Perla, che ha accompagnato nell’intimo la scoperta dell’underwear, iniziata con la mini e proseguita con la biancheria intima a vista degli anni’90. A fare da scenografia vivente il pubblico di Viale Ceccarini, soprattutto quello femminile, invitato a partecipare, ovviamente, in minigonna. Ma non è tutto, i negozi griffati della principale via di Riccione come Cesare Paciotti, Philosophy di Alberta Ferretti parteciperanno all’evento, con le vetrine allestite per l’occasione. Un evento unico nel suo genere, che segnerà un momento importante nella storia della moda e del costume.

Articoli correlati

Leave a Comment