PITTI UOMO CELEBRA DONNA SIMONETTA

A Donna Simonetta, la prima donna della moda italiana, è dedicata la 73ma edizione di Pitti Immagine Uomo.

La fondazione Pitti Discovery ha infatti dedicato a Donna Simonetta Colonna di Cesarò, figura carismatica ed eccentrica dell’Alta Moda del secondo dopoguerra, una mostra presso la Galleria del costume di Palazzo Pitti a Firenze.
Donna Simonetta, con il suo glamour inconfondibile, ha dato un contributo fondamentale al lancio e all’affermazione della couture italiana sulla scena internazionale. Dalla fine degli anni ’40 alla soglia degli anni ’70, dall’atelier romano nel palazzo di famiglia in Via Gregoriana, alla boutique parigina, la Haute boutique di rue Francois 1er, le linee innovative della sua audace moda, hanno inciso in profondità sul gusto della ristretta cerchia di aristocratici e celebrities quanto sugli stili di vita dei consumatori del grande mercato internazionale.

Personalità complessa e sfaccettata, Donna Simonetta è la prima donna in carriera della moda italiana “the best businesswoman in the italian couture”, novella incarnazione dell’ingegno rinascimentale, come dichiara nella propria autobiografia la giornalista di Vogue America Bettina Ballard.
Le collezioni di Donna Simonetta furono le prime collezioni di una casa di moda italiana ad essere vendute nei grandi magazzini Bergdorf Goodman e Marshall Fields di New York.
Tra le sue clienti figurano molte donne illustri del passato come Zsa Zsa Gabor, Marlene Dietrich, la Duchessa di Windsor e Jacqueline Kennedy.
Donna Simonetta ha saputo coniugare perfettamente creatività e business. Ma è stata anche capace nel 1971 di abbandonare tutto per dedicarsi ad una comunità di lebbrosi in India.
In mostra, presso la Galleria di Palazzo Pitti, ci sono più di cinquanta modelli provenienti da musei internazionali e dal suo archivio privato.
Una mostra che senz’altro aiuta a ricostruire una delle più gloriose stagioni della couture italiana.
La mostra curata da Judith Clark, Vittoria C. Caratozzolo e Maria Luisa Frisa sarà visitabile dal 9 gennaio al 17 febbraio 2008.

Please follow and like us:
error

Articoli corelati

Leave a Comment