Nuovi talenti emergenti dall’accademia di moda e costume di Roma

Come ad ogni edizione dell’Altaroma, le migliori scuole di moda presentano le proprie collezioni, quelle fatte dagli artisti emergenti; tante le aspettative e spesso le delusioni per abiti magari realizzati in maniera troppo sbrigativa. Quest’oggi, invece, abbiamo assisitito alla nascita dei nuovi mostri sacri della moda di domani: tanti i nomi e poliedriche le proposte degli alievi dell’ Accademia di Moda e Costume, tutte accumunate da una creatività eccentrica e dalle realizzazioni sartoriali tipiche dei grandi maestri della moda.
Il ventottenne Massimiliano Scarozza ha presentato una donna vestita da abiti succinti super sexy,rigorosamente neri, dalle lunghe giacche e dall’aria intrigante, ispirati ai pirati, perchè, come lui stesso ci ha confessato:”le donne stanno acquisendo sempre più potere e valgono molto più degli uomini”;la ventiquattrenne Iony Gabriel Vecchi ha realizzato abiti dai tagli asimmetrici e dalle lavorazioni maori, realizzando meravigliosi disegni,fatti totalmente con legumi colorati e laccati, capaci di rendere iperelegante e di classse anche un semplice tubino; Gioconda Pastore ha proposta una donna dalllo stile etnico, totalmente rivestita di dainetto e “colorata” da pietre laccate; Manuela Lopresti si è ispirata alle zingare, per realizzare le sue tuniche di tulle trasparenti, abbelliti da enormi cerchi etnici portati come orecchini;Marco Proietti ha curato con dovizia gli accessori e i particolari, realizzando borse oversize dai disegni geometrici e dai colori d’ispirazione anni’70, incredibilmente di tendenza e dal sapore vintage; Enzo Pirozzi ha portato sulla passerela una donna vestita di righe gialle e nere, usate pre realizzare paltò e pantaloni, dallo stile “ape regina”, pensata per una donna che ha voglia di stupire ma con classe.Al termine della sfilata, la presentatrice Clarissa Burt ha premiato con il premio Irene Brin per la moda l’ex alievo Giuseppe Fanelli, promettente stilista, che aveva già debuttato con un’originale performance il luglio scorso e per il giornalismo di moda, ha ricevuto un riconoscimento Sandra Pellegrino, risultata la migliore alunna del master di giornalismo dell’ accademia. Molti di questi giovani stilisti hanno ricevuto un riconoscimento, forse, a nostro parere, quelli più promettenti sono rimasti a bocca asciutta, ma di una cosa siamo certi: la bravura non si misura con un riconoscimento e di questi allievi ne sentiremo parlare ancora.

Please follow and like us:
error

Articoli corelati

Leave a Comment