LA MODA DI JACQUELINE KENNEDY COME PEZZO DA MUSEO

L’eredita’ di stile che Jacqueline Kennedy ha lasciato all’ America diventa pezzo da museo: il Metropolitan di New York dedichera’ la sua ”mostra dell’anno” del suo prestigioso Constume Institute alla tradizione di eleganza inaugurata dalla moglie di JFK alla Casa Bianca. La mostra e’ stata presentata alla stampa in occasione della settimana delle sfilate in corso in questi giorni a New York: organizzata con materiale della J.F.Kennedy Library di Boston, celebrera’ il quarantesimo anniversario del debutto di Jackie come First Lady. ”Non potrebbe esserci luogo piu’ adatto per rievocare il ruolo chiave di Jackie Kennedy nella moda e nella storia”, ha osservato il direttore del Metropolitan, Philippe de Montebello. Mrs. Kennedy fu vicina di casa del museo fino alla morte, nel 1994 (abitava in un palazzo su Fifth Avenue davanti a Central Park), e strinse con il ”Met” molteplici legami: fu lei, ad esempio, a scegliere personalmente il Tempio di Dendur, ancor oggi pezzo forte di ogni visita al Metropolitan, come dono dell’Egitto agli Stati Uniti. Per gli americani, che hanno ancora fresche in memoria le scelte retro’ con cui l’attuale First Lady Laura si e’ presentata alle cerimonie per l’insediamento del marito George W. Bush, il contrasto degli oltre 80 capi di Jackie prescelti dal curatore Hamish Bowles non potrebbe essere piu’ marcato: ”Jacqueline Kennedy fu una delle grandi icone di stile della storia e influi’ profondamente su come un’intera generazione di donne decise di vestirsi e di comportarsi”, ha osservato Bowles, un inviato speciale di Vogue che, per seguire l’organizzazione della mostra, si e’ preso un periodo sabatico. In mostra dal primo maggio al 29 giugno saranno parecchi abiti del guardaroba formale indossato da Mrs. Kennedy alla Casa Bianca, ma anche capi portati ‘on the road’, durante la campagna presidenziale del marito nel 1960. Jackie – ha osservato Bowles – fu la prima First Lady che ”fisso’ gli standard di eleganza della donna americana galvanizzando sia il mondo della moda che la stampa specializzata”. E sempre Jackie forni’ agli occhi del mondo ”la metafora visiva della giovinezza e delle promesse dell’ amministrazione Kennedy”. Per raccontare ed esplorare le molteplici dimensioni del rapporto tra Jackie Kennedy e la moda, la mostra mettera’ in vetrina gli abiti della campagna elettorale, dell’insediamento, e degli anni alla Casa Bianca. Tra i pezzi forti, il cappellino ”a scatolina” indossato sui gradini di Capitol Hill il giorno dell’ ”inauguration” il 20 gennaio 1961, l’abito da sera regale di satin color avorio messo per il gala pre-insediamento e il celebre vestito rosso con cui il 14 febbraio 1962 la First Lady porto’ le troupe televisive a conoscere la Casa Bianca. Molti capi furono indossati da Mrs. Kennedy in giro per il mondo, e permisero di far scoprire all’estero che le americane potevano essere eleganti: tra questi saranno esposti il vestito da sera indossato a Vienna nel 1961 con cui Jackie fece girare la testa a Nikita Krusciov, il severo vestitino nero dell’ udienza papale e lo sfarzoso completo da sera con mantello da opera scelto per la cena di stato con Charles De Gaulle sempre nel 1961 a Versailles.( |fonte Ansa|

Please follow and like us:
error

Articoli corelati

Leave a Comment