IL MONDO SURREALE DI ROHKA

Immaginate di essere uno spettatore di un film surreale, magari di Bunuel e di trovarvi difronte ad uno schermo di bande colorate,davanti al quale sono posizionate delle modelle che come enormi ballerine viventi girano lentamente sulla piattaforma di un carillon: questa è stata la performance di Rohka, allestita al tempio di Adriano il 14 luglio.
Mentre in sottofondo si susseguivano abbai di cani rintocchi di campane, squilli di telefoni e grilli, le creazioni dai freddi colori lunari ruotavano all’unisono: vestiti bianchi, gonne a righe a-simmetriche, pantaloni alla pescatora abbinati a canotte sportive, tuniche leggere, questi gli abiti proposti che abbinati ad un make-up ed a un’acconciatura quasi futurista hanno creato un’immagine nuova e giovane, innovativa e particolare. Ad un tratto, mentre gnomi grotteschi oscillavano sullo sfondo, una voce: “…non abbiamo mai avuto paura di voi…”, come un monito, un’ esortazione del couturier rivolta ai fruitori che spesso non riescono ad apprezzare coloro che hanno inventiva da vendere.

Please follow and like us:
error

Articoli correlati

Leave a Comment