Futuro

Un playboy da cult movie, un po’Humphrey Bogart , un po’ “American Gigolo”, sfila sulla passerella di Futuro.
Borsalino inclinato sul capo, camicia di seta aperta sul petto, pantaloni aderenti e vistosi colli di volpe colorata su giacche e cappotti, questo è il moderno “conquistatore” ironico e compiaciuto di sé, pensato per l’autunno/inverno 2003-04.
Un uomo giovane e divertito, profondamente calato nella realtà metropolitana nella quale vive con intensità, che ama la vita notturna, il piacere della conquista e si divide tra il lusso quasi ostentato di capi sartoriali dalle linee avvolgenti e sensuali e il comfort di uniformi destrutturate e capi in maglia o in pelle effetto used.
Ricercati i dettagli, come i giochi geometrici creati dall’intersezione di grosse zip su giubbotti, pantaloni e caban, o gli inserti in materiale contrastante, i ricami e le stampe laser con motivi paisley per cappotti e capi spalla.
Pregiati i tessuti, come i velluti dall’aspetto vintage o i fustagni lavati, le lane cotte e ovviamente la pelliccia di volpe, incontrastata protagonista della collezione.
I toni sono naturali e spaziano dal marrone in tutte le sue varianti, al verde muschio, dai grigi al nero.
Una collezione fresca e divertente che strizza l’occhio alla vanità maschile con ironia.

Please follow and like us:
error

Articoli correlati

Leave a Comment