DIANA GALLESI SULLE ORME DEL GATTOPARDO

Sfilata Diana Gallese
Mettete insieme una esclusiva sfilata di moda nel parco di una antica dimora palermitana: Villa Chiaramonte Bordonaro ai Colli; aggiungete una delle più belle attrici italiane, icona di indiscussa bellezza: Maria Grazia Cucinotta; poi aggiungete l’esibizione di Mario Biondi, l’artista jazz più quotato del momento; infine aggiungeteci pure uno stuolo di bellissime modelle, ed ecco servito un cocktail a dir poco esplosivo: la presentazione della collezione Diana Gallesi per la primavera-estate 2008.
Sembra quasi l’opera di uno scrittore sulle orme del più celebre Giuseppe Tomasi di Lampedusa, che riscrive le gesta del “Gattopardo” riadattandolo ai giorni nostri, invece è pura realtà, per una sera Palermo si è trasformata nella capitale italiana della moda, ospitando in una delle sue ville più celebri la sfilata di una storica casa di moda italiana: Diana Gallesi. Il brand, in tema di rievocazioni storiche, ha scelto proprio il capoluogo siciliano per rilanciare la sua nuova immagine.
La collezione ha tutto il sapore dell’estate, grazie soprattutto ai colori tipici della stagione calda: bianco, giallo, rosso, ma anche glicine e verde pistacchio.
La donna immaginata da Diana Gallesi sa essere divertente e sportiva quando indossa coloratissimi top abbinati a pantaloni tre quarti e jeans, ironica quando gioca con lo stile navy, che sa tanto di estate, fatto di blu e bianco con qualche accenno verde acido. Ma sa essere anche elegante e sofisticata quando sul calar della sera indossa elegantissimi abiti che rubano il bagliore delle stelle e della luna. Le gonne sono ampie e arricchite da applicazioni come le paillettes. Sono molti i richiami agli anni ’60, in particolare guardando i capi della collezione ritornano in mente gli anni spensierati dei primi vacanzieri americani, nell’Italia del boom economico, che affollavano località di villeggiatura come la piazzetta di Capri e il Corso Umberto di Taormina, dove affascinanti turiste americane, non passavano per niente inosservate mentre sfoggiavano con grande disinvoltura ampi cappelli di paglia, senz’altro uno dei must della collezione Diana Gallesi.
Tra le modelle che hanno calcato la passerella anche Maria Grazia Cucinotta, testimonial Diana Gallesi e madrina dell’esclusivo evento che per l’occasione ha sfoggiato un elegantissimo abito da sera creato appositamente per lei, che ha messo in risalto la sua mediterranea femminilità. Un capo che sarà prodotto in edizione limitata, una parte dei proventi che saranno ricavati dalla sua vendita saranno devoluti all’associazione “il cavallo bianco”, che si occupa di garantire un futuro sereno ai bambini meno fortunati.
La serata di moda è stata illuminata da un evento inatteso. Una vera e propria sorpresa, un fuori programma che i 250 invitati ricorderanno per lungo tempo: il concerto di Mario Biondi.
Il musicista, di origine catanese, ha riscaldato gli animi dei presenti con la sua voce calda e possente, proponendo i classici del suo repertorio come la celebre “This is what you are” vero tormentone dell’estate 2007.
Il musicista, famoso anche per essere schivo e riservato, ha stupito tutti lasciandosi andare ad inattese confessioni che riguardano la sua vita privata: “La vita fa giri davvero strani, – ha detto dal palco Mario Biondi – neanche a farlo apposta, mi ritrovo ad esibirmi per il gruppo Miroglio. Lo stesso gruppo che produceva i vestiti che mio padre vendeva in giro per la Sicilia, spesso, infatti, mi capitava di accompagnalo durante i suoi viaggi di lavoro”.
All’evento hanno partecipato tanti volti noti del jet set siciliano, non è mancata la rappresentativa politica, sempre presente in queste occasioni. In particolare tra gli ospiti anche il sindaco di Palermo Diego Cammarata, accompagnato dal figlio che ha visto la propria consorte sfilare in passerella.

Please follow and like us:
error

Articoli correlati

Leave a Comment